Filosofia della casa di Emanuele Coccia - Einaudi (2021)

FILOSOFIA DELLA CASA Di Emanuele Coccia Einaudi Stile Libero 2021
 

FILOSOFIA DELLA CASA è un saggio sul concetto di casa, scritto da chi ha effettuato nella sua vita una trentina di traslochi. Per cui, il concetto di casa che Emanuele Coccia intende non è, come direbbe Pavese, quel luogo fisico in cui tornare e riconoscersi dopo essere stati lontani anni e da cui ripartire, né la casa del nespolo verghiana da riscattare tenacemente. In FILOSOFIA DELLA CASA Emanuele Coccia intende che cos’è che fa casa. E compie un excursus che tocca vari argomenti: le cose all’interno di una casa, l’abito, la scrittura, gli amori, l’essere gemelli, i social. Che cos’hanno in comune queste cose e che cosa c’entrano con il fare casa? 

Hanno in comune l’abbattimento delle barriere, quindi la libertà e la democrazia: l’abito modifica la nostra genesi, il censo, le origini, è un elemento democratico che apre le sue porte a tutti, indistintamente; la scrittura permette alla vita di penetrare, sconvolgerci e uscirsene nuovamente, lasciandoci tramortiti, ma a casa, perché è ciò che vogliamo; i social sono estensioni dello spazio domestico che restituiscono al mondo i volti delle case degli altri, come volti di fotografie del presente – e possono per questo rincuorarci; due gemelli indistinguibili ritratti in una foto si riconoscono uno nell’altro e nell’altro riconoscono casa.
C’entrano col fare casa perché lo restituiscono come un atto collettivo di esistenza, una forma di cosmopolitismo accessibile a tutti. Che può piacere, o spaventare. 

 

Maria Giovanna Bucolo